Archivi del mese: dicembre 2012

Lyon: Fête des Lumières

Vi racconterò in queste poche righe il magico weekend che ho trascorso a Lione, città della Francia e capoluogo della regione Rodano-Alpi. Mi sono recata in questa affascinante città per la Fête des Lumières (Festa delle Luci), una delle feste più belle d’Europa, dove tradizione popolare ed innovazione tecnologica si incontrano per far splendere Lyon di scintillante luce e colore.

Lione

Lione

Da quasi 150 anni la magia si ripete, intorno alla data tradizionale dell’8 Decembre (Fête du 8 Décembre), trasformando la città in un teatro di suoni e musica. Le più straordinarie creazioni luminose arricchiscono il cuore della città illuminando anche monumenti, piazze, ponti e strade. Tutto il centro storico, visitato per l’occasione da più di 3 milioni di persone ogni anno, risplende di luce propria e, secondo la tradizione, tutte le finestre di case e palazzi brillano grazie a piccole candele colorate.

Lione

Lione

La città di Lione rende omaggio alla Vergine Maria sin dal Medioevo.
Si mise sotto la sua protezione nel 1643, anno nel quale il Sud della Francia fu toccato da una terribile peste ed i notabili fecero voto a Maria di renderle omaggio ogni anno se fosse cessata l’epidemia. L’8 Dicembre 1852 doveva essere inaugurata la statua dedicata alla Vergine e per la cerimonia erano previsti fuochi d’artificio dall’alto della collina accompagnati dalle fanfare delle bande musicali nelle strade. I notabili cattolici proposero di illuminare le facciate delle proprie case com’era l’uso per i grandi avvenimenti. Il mattino della data prevista si abbatté su Lione un violento temporale e si decise di annullare la festa. Il tempo, tuttavia, migliorò nel pomeriggio e la popolazione della città, che aveva tanto atteso la cerimonia, spontaneamente mise delle luci alle proprie finestre e scese nelle strade, cantando cantici e gridando “Merci Marie” fino a tarda notte. La cerimonia da lì acquisto sempre più valore simbolico fino ad arrivare ai giorni nostri dove milioni e milioni di turisti, provenienti da ogni parte del mondo, prenotano con quasi 1 anno d’anticipo il loro soggiorno a Lione durante questi 4 giorni di Festa.

Lione

Lione

 

La città francese si esplora, tranquillamente, in pochi giorni, passeggiando tra le rive dei fiumi che la circondano: Rodano e Saona ed attraverso i suoi caratteristici traboules. Con traboules si indicano quei passaggi pedonali, elementi caratteristici dell’urbanistica di alcune città della Francia, che attraversano corti private di edifici e che permettono il transito diretto da una via cittadina all’altra. Nonostante i traboules attraversino quasi sempre proprietà private, una quarantina di essi sono liberamente attraversabili e visitabili. L’apertura al pubblico è il frutto di accordi tra le municipalità ed i proprietari. La città di Lione, ad esempio, si fa carico di parte delle spese di gestione, di pulizia e di ristrutturazione. Vi segnalo che il più rinomato conduce alla particolare Tour Rose di Lione.

Lione

Tour Rose

Lyon è la terza città più grande dopo Parigi e Marsiglia ma, considerando l’area metropolitana, è seconda dopo la capitale. La città sorge, appunto, alla confluenza del Rodano e della Saona ed è composta da un centro storico (Vieux-Lyon, Fourvière e Saint Jean) e da un centro più commerciale con la Place des Terreaux, Place Bellecour e la Rue de la République sulla penisola tra Rodano e Saona.

Mi raccomando, gustatevi una bella cenetta in qualche ristorante tipico e pittoresco (Bouchon de Lyon) e non perdetevi le prelibatezze locali, dal formaggio Roquefort, alle Crepes dolci e salate, passando per un buon bicchiere di vino e dai Coussins de Lyon, specilità pasticcera a base di cioccolato e pasta di mandorle, solitamente di colore verde.

Lione

Lione

Lione

Lione

 

 

“Avant, Avant, Lion le Melhor” (motto della città)

Categorie: Travel Blog

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.